Graziano Turrini

Vai ai contenuti

Menu principale:

"..... la vita è soprattutto sogno, uno strano e gradevole miscuglio di ricordi e speranze, di emozioni che abbiamo vissuto e di altre che vivremo. Sarebbe un errore guardare al passato rimpiangendo quello che avremmo potuto fare per cambiarlo; ma sarebbe un errore ancora più grande guardare al futuro senza il desiderio di poterlo cambiare ..."


"D'altronde, cos'è la morte, se non un passaggio a un'altra dimensione? E la vita, la nostra vita, se non un brevissimo interludio tra due infiniti?"


"Siamo noi che carichiamo di significato ogni evento che ci circonda, ma non siamo noi il significato. Il mondo va avanti anche senza la nostra inutile presenza e, nel computo universale, noi siamo del tutto marginali. Diecimila anni fa la razza umana non esisteva e tra altri diecimila non esisterà più: non pensare mai, nemmeno per un istante, che qualcuno venga a lamentarsi per questo."

".... perché la ricchezza dell'Umanità risiede nella diversità. Non ci può essere nessuno sviluppo nell'omogeneità che, anzi, è antitetica a qualsiasi forma di progresso."

**************************************

I LIBRI



"DI SANGUE E DI SOGNO"
In Nicaragua, nel 1982, un gruppo di giovani volontari per la raccolta del caffè si conosce nei campi, approfondendo l'amicizia e facendo nascere nuovi amori. Eleonora e Luciano, italiani, si uniscono a Ulrike e Andreas per una vacanza estemporanea, che sancirà il loro comune sentire in un idillio vacanziero del tutto fuori dal tempo.

Quando ......



"LA MALEDIZIONE DEL PRIMOGENITO"
Nel 1998, a Soave, in provincia di Verona, un campo nomadi diventa il fulcro di eventi che fanno emergere la reale natura di diverse persone. Un imprenditore affamato di terreno vuole spazzarlo via. Un giovane ragazzo si innamora di una Rom, sua compagna di classe, che abita proprio in quel campo. Il fratello, invece, i Rom li odia ....

Ma una maledizione ......


"VELENI"
Inverno del 2016: non passa giorno senza che le prime pagine dei giornali vengano dedicate alla minaccia del virus Zika, il nuovo flagello divino che porta con sé anomalie e malformazioni genetiche come la microcefalia infantile. Per combattere la zanzara che lo sta trasmettendo servono ancora veleni, nuovi veleni.

Non tutti, però, sono convinti che questo sia il sistema giusto …..

"STORIE DI AMOR RANDAGIO"

Randagi, solo randagi. Nient'altro che randagi ...
Quattro disperati che vivono tra quella patetica panchina in mezzo alla rotonda e la recinzione del canile.
Quattro piccoli bastardi.
Quattro randagi, appunto.
Come me.
Mi chiamo Dobrosav
Janković: nome che ho voluto dimenticare, come la mia vita.
Adesso tutti mi conoscono come Jonathan.
Jonathan il barbone......


"BARNABA ZAGO E LA CHIAVETTA DEL MALE"


Barnaba Zago è un ladro abilissimo e particolare perché le sue "vittime" sono solo ed esclusivamente ricchi professionisti che, nelle più svariate maniere, hanno avuto a che fare con la Legge, scampando la galera grazie alle loro conoscenze e alla montagna di denaro accumulato frodando il Fisco o imbrogliando le persone comuni.

Barnaba è un ottimista di natura, e la vita gli sorride ..…

I RACCONTI


"FIGLI MALEDETTI"

Non sempre le cose vanno come noi vorremmo.
E non sempre siamo padroni delle nostre azioni.
Anzi, a volte il Destino riserva delle sorprese che,
in ogni caso,
hanno la loro ragion d'essere.

Figli maledetti: perché, a volte,
tutto è già stato scritto molto tempo fa …


"IL BOSCO DI MONTEJURRA"


Vai, pellegrino, vai! Il Cammino di Santiago ti aspetta.
Ma tu, cosa ti aspetti di trovare? Di sicuro non solamente conchiglie e ostelli …
Nel bosco di Montejurra ci sono le donne di Ramiro …



"IL DISORDINE DENTRO"

Ordine e caos, dentro e fuori di noi.
Ordine e caos: gli opposti tra loro indissolubilmente legati.
Ordine e caos: chi avrà l'ultima parola? ......


"IL NOME DI DIO"

Qual è il vero nome di Dio ?

E Dio, che ruolo ha nella nostra esistenza?

E se noi siamo marionette nelle sue mani, Lui da chi è manovrato? …

"LA MALEDIZIONE DEI PRIMOGENITI"

Cos'è che porta una persona a essere in un posto, a una data ora, e proprio nel giorno del suo ventunesimo compleanno?

E perché la stessa cosa è accaduta anche ai tutti i primogeniti della sua famiglia?

Solo il Caso? Solo il Destino? O qualcos'altro che affonda le proprie radici in un passato molto più lontano?

"LA MORTE DEL BANDITO"

Nessuno al mondo, meglio della CIA, sa come muoversi con spietato cinismo ben oltre i limiti della legalità per "normalizzare" situazioni sfuggite di mano. E anche se l’ostacolo è rappresentato da chi prima era un alleato, la pietà non viene nemmeno presa in considerazione ….

El Charro, il bandito "ecologista", era un ostacolo …..

Torna ai contenuti | Torna al menu